La verità su questa razza dopo anni di dicerie

 

 

Vedete l'immagine qui a fianco?è dopo averla vista che ho deciso di dedicare una serata a parlare del cocker, del carattere e della sua fama.

Questa è la copertina di un libro dedicato ai problemi comportamentali canini e a come risolverli, fin qui tutto bene..SOLO CHE PERSONALMENTE CAMBIEREI L'IMMAGINE DEL COCKER METTENDOCI QUELLA DEL PROPRIETARIO!

ebbene si, perchè è inutile "accusare" il cocker di essere mordace, se poi si scopre che è il proprietario ad aver "incoraggiato passivamente e inconsciamente" il cane a esser aggressivo.

 

partiamo dal principio: che cos'è il cane?

il cane è un animale CREATO DALL'UOMO(in natura non esiste come "animale selvatico frutto di selezione naturale") partendo dall'addomesticazione del lupo, modificato nei secoli per adempiere compiti specifici,in principio dalla caccia, alla guardia, alla conduzione del gregge; fino ai giorni nostri utilizzato per pet therapy, per la ricerca dei dispersi, per il salvataggio, come accompagnatore per non vedenti o disabili, come cane antidroga e esplosivi  o semplicemente come cane da compagnia.

 

che cosa mantiene "caratterialmente" delle sue origini?

ad esempio il sistema di "gerarchie sociali" oltre a una serie di comportamenti e modi di comunicare, che non sempre sono chiari a noi esseri umani, come non sempre noi riusciamo a comunicare con loro.

 

un esempio di errata comunicazione?

il cane fa qualcosa che per lui può esser giusto ma a noi non sta bene

quando bisogna far capire al cane che sta facendo qualcosa di sbagliato:

 

metodo sbagliato: tono di voce normale o enfatizzata (=rinforzo positivo dell'azione) con frase tipo:"tesoro questo non si fa, da fastidio a mamma" potrebbe andar bene se si parla a un bambino(ma neanche..), ma il cane non capirebbe che cosa gli stiamo dicendo quindi continuerebbe tranquillamente a fare quel che stava facendo o nel peggiore dei casi pensa di aver attirato la nostra attenzione o che lo stiamo lodando.

 

metodo giusto: tono di voce più forte e deciso, frase?basta dire: "NO!" chiaro e conciso, con i cani non c'è bisogno di fare discorsi infiniti.

 

che cos'è il cocker?

il cocker è un cane nato come cane da lavoro (caccia, precisamente da cerca e riporto) di natura quindi un cane collaborativo, intelligente, volenteroso, e con una certa dose di caparbietà, si perchè specifichiamo, spesso il cocker al lavoro veniva usato per scovare e riportare animali feriti che si nascondevano nei rovi(motivo per cui si tagliavano anche le code), con il rischio di restare incastrato o riempirsi di tagli o spine, secondo voi un cane che si arrende al primo tentativo avrebbe portato a termine il suo lavoro? ovviamente no.

la tenacia serviva ai cacciatori per avere un cane su cui contare in ogni situazione.

è un cane un po' testardo, punto. NON è UN MOSTRO SCHIZZATO CHE MORDE TUTTO E TUTTI PER DIVERTIMENTO.

 

La moda è stata la rovina della razza?

assolutamente SI. come anche altre razze come il Dalmata, un celebre film disney ha decretato la Fortuna/sfortuna del cocker rendendolo famoso e super ricercato, quindi allevato non più solo da appassionati ma da chiunque al solo scopo di fare soldi e non selezione spesso lavorando con soggetti non idonei o in consanguineità, da questo scaturirono poi malatie ereditarie come displasia dell'anca, nefropatia e atrofia p. della retina e alla fama di cocker aggressivo e ingestibile fino addirittura a sentir parlare di "sindrome del cocker rosso".

 

ma perchè un cocker morde?

partiamo dal presupposto che stiamo parlando di cani provenienti da allevamento serio e controllato, che seleziona per tipicità salute e soprattutto carattere. (i cani provenienti da cagnari, importatori di cuccioli, negozi di animali non fanno testo, nella gran parte "assomigliano" vagamente a un cocker sotto i vari aspetti tipicità salute e carattere, MA NON SONO COCKER.)

un cane equilibrato non dovrebbe mordere se non in situazioni particolari (esempio forte dolore) ma può diventare mordace, nel caso abbia ricevuto rinforzo positivo durante una manifestazione di aggressività o nel caso si senta autorizzato a farlo in mancanza di una gerarchia ben definita nella famiglia in cui vive il cane, in mancanza di un leader o nel caso lo mettesse in dubbio come tale, il cane può decidere di provare a "prendere il suo posto" e decidere lui cosa vuole fare.

anche una sola risposta sbagliata del proprietario a questo "tentativo" può far pensare al cane che può comandare lui.

è importante educare il cane fin da cucciolo, seguendo i consigli dell'Allevatore o in caso di bisogno di un BRAVO comportamentista/addestratore, non c'è bisogno di essere severi e seguire un rigido addestramento o di punire con metodi coercitivi il cocker in quanto è un animale molto sensibile e impara facilmente con il rinforzo positivo,

ma è importantissimo scoraggiare sempre atteggiamenti sbagliati, nella gran parte dei casi specialmente con cani giovani, basta un tono di voce più deciso e un fermo "NO" per rendere chiaro il concetto,

"sei il mio cane, fai parte della mia famiglia, ma il capo sono io". il cane ha bisogno di una gerarchia, il concetto "gli lascio fare quel che gli pare" lo può solo confondere, non far stare bene.

 

termino con una frase letta di cui purtroppo non ricordo l'autore, ma assolutamente vera, concentra tutto quello che ho scritto con poche parole:

 

"UN CANE è COME LE PAGINE BIANCHE DI UN DIARIO,

IL SUO CONTENUTO DIPENDE SOLO DA NOI!"

 

vi ringrazio della lettura e spero di esser stata utile a far un po' di chiarezza,

                                               Paola Ambrosi

                                        Allevamento Dolce Sogno

immagine tratta da "LILLY E IL VAGABONDO" 

primi minuti del cartone, primo esempio sbagliatissimo:

"regalare un cucciolo per natale", per di più impacchettato sotto l'albero.